| Home | contatti | FAQ

 Share on Twitter Share on Facebook
Ultime notizie Indice RSS
milano ai milanesi (STENDHAL...)  

(QUARTA sezione su 6, segue da SEZIONE 3 qui sotto...)


("LAVORARE STANCA", come scriveva nel suo bel e chiaro "torinese" linguasciutta, il Cesare Pavese). Ed è vero. L'opera, che sia una villetta in alto della collina di San Vito sopra il Po, ( l'autobus era il 52, se ben ricordo, che mi ci menava AL LAVORO), una SITUAZIONE CREATIVA sui bordi del Ticino a Castelletto di Cuggiono, il tirar fuori dal carcere di San Vittore 23 compagni incarcerati, -GLI AMICI DI PUZZ-, correndo da tutti gli avvocati possibili, (POCHI...), produrre in furia e passione un PUZZ NUMERO UNICO fuori serie -nato nell'inconcepibile urgenza creativa- ideato in modo fuso e fabbricato come una fuoriserie Ferrari Testa Rossa: In via Nullo 4 o in Via Conchetta 6 o in Alzaia Naviglio 10 in Milano, son cose che ti esplodono prima poi le palle e l'anima. Tutte queste energie creative lanciate nel vento, che va e non ritorna. MAI. CHI CAPIRA', per un solo momento, QUESTO? nessuno. NEMO, come si diceva Ulisse... E TU rimani svuotato, e non tanto contento... (Cosi' son fatti gli uomini creativi, terribilmente coglioni!) MA: senza rimpianti. COME POTER PIANGERE SUL LATTE VERSATO? Da quaranta in qua non so più piangere. NON CI RIESCO, ANCHE SE NE VOGLIA E NECESSITA'. DUNQUE...

E, come l'agricoltore contadino e coltivatore, il quale, già prima del levarsi del sole, gira sui suoi campi in attesa, a farne le bisogne, IL TIPO, puarin, dopo aver ingoiato una fortaja al parsut, un po' di zuf -fatto di farina gialla, zucca e latte- e un bel bicchiere di rosso e/o di graspa: non ha altra scelta. Deve remare, come un galeriano incatenato nelle ventraglie delle triremi romane. IN PIENO SOLE. En Plein Soleil... Quelli che affondano non sanno mai quanto sia lontano IL FONDO.

**************************************************

MAX CAPA a MILANO, e per tre giorni... E CINQUE NOTTI... nella città dei cavalloLEONI.... e dei LEONEcavalli....

*************************************************

https://www.youtube.com/watch?v=poRT4nj0ziI

***** **********************************************

©poleràfrancesca_MG_1367 (2) copia

.................................................. ......................................

"LE ROBE" SUL MURO...

************************************************** *

©poleràfrancesca_MG_1378 copia

Una delle 40 facce del TOTEM-MOBILE, mentre gira...

-------------------------------------------------- ----------------


La LILO, la fanciulla, valida collaboratrice per montare organizzare la mia mostra a Milano -ed essa è pure venuta a Parigi per fare la video coi miei quadri che vedrete qui sotto, fa disegni colla macchina da scrivere... Pone un banchetto in giro per Milano -a quel che mi dice- e fa i disegni sul posto, colla macchina da scrivere, e li vende. Ecco un mestiere che dovrei imparare, io: che non so vendermi... Che non ho MAI saputo vendermi, che non sapro' mai vendermi... IL CHE MI COSTA CARO, da sempre...

**************************************************


"Oggetto" inconsulto che piomba qui quasi per caso. Non ha molto a che vedere in soggetto ma TUTTO quasi DA VEDERE. Sono forse il solo che possa permettersi di fare dei DETOURNEMENTS di sé stesso... IL RESTO è vita, fanciulle...

************************************************** *

Autore : Maximilian Capa
Share Stampa
21/05/2017 - 12:21
seconda parte  
max capa baraghini

QUI si possono vedere, se non vi spiace: Baraghini, M.C., Umiliacchi. Baraghini, che altrove nel tempo aveva creato i MILLE LIRE che hanno sconvolto l'IDEOLOGIA dell'editoria europea... ADESSO fa dei libretti di sedici pagine "venduti" un centesimo, MINIMO... Un pazzo cosi' -matto da legare scappato dal manicomio di San Servolo di Udine, come scrivo nelle mie FAVOLE GROTTESCHE...- non puo' che avermi dalla SUA PARTE: sto facendo un fumettino di 16 tavoline, a suo uso e consumo...

************************************************** *

baragininiLIBRETTO

Questa è la copertina di un libretto 16 pagine del Baraghini. VENDUTO minimo un centesimo di euro: più, se siete BRAVI...

************************************************** *

https://youtu.be/lP3CGI-4rB4 https://www.youtube. com/watch?v=poRT4nj0ziI

MAX CAPA, coi suoi quadri, a Parigi. Aprile 17.

Non so se il Link funziona... ma potete SEMPRE scrivere l'indirizzo - COPIA /INCOLLA, è facilissimo- ed inviarlo con un KLIK- via Google- quello che trovate qui sopra: NE VALE LA PENA...

*************************************************

simone lucciola - max capa LOW

*****************************************

...discorsi vari in un pomeriggio fresco milanese -milanês...- di quasi primavera sopra un tavolo coperto di fiori ROSSI, mentre un cadavere GIALLO svirgola senza sangue, sulla sua bicicletta sdentata. Li' intorno...

*******************************************

(foto: ©poleràfrancesca)

************************************************** *

(SEGUE, qui sopra......: NELLA sezione 5 su 6, und the END...

************************************************** *

Autore : Maximilian Capa
Share Stampa
21/05/2017 - 11:44
Milano in mano...  

SEZIONE 3 su CINQUE (?)

("temo" bene che le sezioni saran ben più di cinque... considerando i materiali che ricevo ed altri miei che mi pare essenziale CHE CI ENTRINO. I miei TRE GIORNI A MILANO sono stati ben più importanti di quanto pensassi. "La felicità è una pagina bianca nella storia, bisogna saperci scrivere." diceva Hegel, poi ripreso da Marx, il giovane hegeliano. LA FELICITA' non esiste veramente, Ma si puo'immaginarla, utopizzarla nel vero dei giorni. I giorni passati a Milano mi riportano in mente questo. Son stati belli, intensi, faticosisssimi, MA vissuti. Non si osano queste cose PER RIPOSARSI...

QUESTO Stendere, impaginare, scannerizzare, editare, creare, mettere in linea il tutto E' UN LAVORONE. I TRE GIORNI hanno creato, per me, un PRIMA E UN DOPO, forse senza saperlo... MA ADESSO LO SO. (Alla mia tarda età, questo cose CONTANO.)

*************************************************

MAX CAPA a MILANO, e per tre giorni... E CINQUE NOTTI... nella città dei cavalloLEONI.... e dei LEONEcavalli....

QUADRO5

Il quadro qui sopra, "senza titolo", (" Testa d'uomo su un tavolino rosso e blu") (?), del '99 (?), lo sento come il miglior lavoro cha abbia mai fatto. Né prima né dopo sono riuscito a fare di più, di meglio. Semplice e potente. Complesso e radicalmente strano. Non appena lo guardo vi scopro sempre nuove sostanze inedite. Una miniera visiva... Celata, nascosta, per i veri cercatori d'oro.

************************************************** *

P1020029

................................................... ..................................

LO ZIO, la nipote GABRIELLA, il pronipote ALE... Tutta un'esistenza torinese... LA FAMIGLIA che si "disprezza" ma che è, e resta. UN PUNTO DI RIFERIMENTO, nel vuoto presente. E FUTURO.

************************************************** *

Sono alla mostra, parlo con questo e con quello, magari non parlo, ascolto. (NON AMO PARLARE TROPPO, SALVO DURANTE LE CENE, DOVE -qualche bicchiere di vino- mi mette cuore al cuore....) Poi, d'un tratto arriva IGNAZIO, con un borsone pesante, abbracci, discorsetti inevitabili, dopo tanto tempo, etc. Ignazio mi cava fuori, poi, dal suo bagaglio, un librone immenso, otto chili, 904 pagine. Ci ha messo dieci anni a farlo e pubblicarlo. "1965-1985 VENTI ANNI DI CONTROCULTURA" (...in Italia...). Estasiato, preso, catturato passo circa un'ora a sfogliare, guardare, scorrere i testi ( E NON SOLO nel capitolo che riguarda me e PUZZ). Un'enormità di foto, riproduzioni grafiche, testi, meticoloso, immenso. Come Ignazio abbia potuto sopavvivere a questo sforzo sovrumano mi incanta, il silente Ignazio che sempre parlava lentamente ed a bassa voce. L'inesauribile Ignazio! Calmo, lento, MA che avanza, come un alpino "MAi STRACH!"

--------------------------------------------------- ---------------

1990031-galino

Ignazio Maria Gallino, "1965-1985 VENTI ANNI DI CONTROCULTURA", pp. 904, 250 euro (io: avrei messo almeno il doppio...), tiratura limitata, una seconda edizione aggiornata si sta preparando. Per ulteriori informazioni pratiche: Ignazio Maria Gallino EDITORE, via Niccolini, 2 20154 MILANO, Italia. (NON HA il computer...). SANA PERSONA.

**************************************************

monica vitti

Vivianna, il mio "primo" immenso grandissimo amore -onirico, erotico, sessuale, intenso, violento- scomparsa tragicamente nel 2013 a Trieste- arsa viva dall'ultima delle sue croniche maledette sigarette- sonnolenza improvvisa, cicca non spenta che sfila sul divano, le fiamme "soudaines et implacables"!- mi diceva talvolta e spesso: "Mi fai pensare a Monica Vitti, hai un po' lo stesso viso, i tratti..." "Ah! sei simile a Monica Vitti, basta guardarti sul semiprofilo di sinistra." ETC.ETC. Essere comparato alla Vitti, magnifica donna, io castano, lei biondona, non mi spiaceva. Era verso il 1966, forse '67. Altri tempi, altre storie...

................................................... ......................................

(Se rivengo qui a Vivianna è anche per mostrare ancora una volta QUANTO la memoria sia selettiva e capricciosa -FA TUTTO, LEI!-: mentre falde intere e numerose di fatti, eventi, passioni, momenti affondano ineluttabilmente nel magma melmoso -nel fango eterno- dell'inconscio, in quel mentre: altre sequenze rimontano vivide, chiare, nitide, lancinanti [Il cervello UMANO mi resta un mistero "inesplorabile", E L'ESSERE che noi siamo, pure, L'ANIMA: nel senso che a questa "parola" davano gli alchimisti medioEVO-RINASCIMENTALI: ...Ero seduto solo-soletto-sfogliando un giornale in un bar di Brera (Milano), vedo entrare IMPROVVISAMENTE Vivianna con un gruppetto di amiche ed amici. La chiamo, sorpresa!, si siede, parliamo a lungo, nella tristezza e nel rimpianto, ma pure con un tantin di cattiveria risentita. POI, passa Ignazio (I.A.P./S.I.M.A., vedi altrove in questa Sezione...): mi rifila un volantino che distribuiva, mi dice due-tre cose, discreto se ne va. FU L'ULTIMA VOLTA in cui ho visto la Vivianna, dopo la rottura definitiva vari mesi prima -con una lettera "infame" mia, che rimpiango ancora...- ERA nel 1971, RIvEDO questo lampo d'ieri adesso, COME SE FOSSE ORA. A Milano...).

***************************************************

(QUESTO NON E' un disegno: E' UNA LEGGENDA. Disegnato a pennarelli nell'estate 71? 72? sul terrazzo di Casa Turchet, in viale Tunisia a Milano, al quinto piano. La famiglia Turchet era partita verso la sua casetta in montagna, al completo, compresa Laura -la mia donna, in quel momento, pur se aveva solo 15 anni. E il fratello Mizio Turchet. Ci avevano lasciato la casa, a me e ANNA di Mizio, i "diseredati". Giravamo continuamente nudi come vermi per casa, il che non ha potuto evitare -evidentemente- alcune "complicazioni" erotiche e/o sessuali. Anna, la siciliana, aveva davvero un bel corpo. Ben abbronzato, sudista. Un corpo agile, perfetto, ben fatto. Questo disegno odora d'un certo calore d'agosto e di umori sessuali indecenti, SE BEN SAPETE FIUTARE. MA non vi troverete sopra alcuna traccia di sperma. GARANTITO. Io faccio IN VASUM... IN FONDO ALLA VAGINA, ed anche oltre. Ho un pene mica male, neh? ***non avrei mai - ri-tirato fuori questo- se il fondo di queste sezioni non fosse basato a Milano, città europea e magnifica, che ho riscoperto ultimamente.***

Questo è un corpo astrale, astratto, australepiteco pitekantropus Pekinensis ERECTUS. Se non avete letto Teilhard de Chardin, l'immenso "teologo" e paleontologo, nonché gesuita, "sur le bords", non avrete mai capito niente. Mentre i MUSULMANIA vi mordono i coglioni. SIAMO EUROPEI O NO?: scegliere! SE AVETE ANCORA DELLE PALLE E DEI CLITORIDI giocosi. (IL FASCISMO che poco amava Togliatti non è più di qui, sbarca via LAMPEDUSA. L'isola della MORTE. Voi non sapete ancora CHE sia l'IDEOLOGIA MUSULMANIA: quando lo capirete sarà TROPPO TARDI... Poveri cristi, e dire che: "sarei uno dei vostri..." 6.000 invasori arrivati a Lampedusa in due giorni... E l'IDEOLOGIA cristianoide-italide che apre loro tutti gli spazi e tutte le mense. "AMMO MAGNATO?" Poi, i cani, ci piombano qui in Francia... I MUSULMANIA, notoriamente, non amano l'Italia: troppi preti. E i preti fanno L'ESORCISMO: temuto dai diavoli MUSULMANIA...) QUEL NON SANNO gli italiani é che l'IDEOLOGIA MUSULMANIA è fondamentalmente IPOCRITA. Per esperienza: se credi ad un arabo sei un CRETINO. Ed ho conosciuto enormente d'algerini, tunisini, marocchini, ho perfino fatto e finanziato un mensile con Mourad Rey, "Le chameau qui bosse", più nordafricano che europeo . Mourad era d'accordo con me: la menzogna , la bugia, il tradimento sono nella cultura (IDELOGIA) araba come cose NORMALI: nessun PECCATO! "Noi non abbiamo il senso di colpa", mentire "c'est une ruse dans la vie", una necessità esistenziale". Un arabo che non mente è visto con sospetto... Poveri italiani, POVERI NOI!

************************************************** *
2211b---13domenica

"IN VERITA' IN VERITA' VI DICO..."

***************************************************

https://youtu.be/lP3CGI-4rB4

MAX CAPA - Festival AFA - Milano 2017 - YouTube

***********************************************

non so se il Link funziona... ma potete SEMPRE scrivere l'indirizzo -ed inviarlo con un KLIK- quello che trovate qui sopra: NE VALE LA PENA...

I magnifici ANTONIO & DINO MEO hanno realizzato questo lavoro, dall'altissima professionalità e mestiere - COSE che io SEMPRE rispetto. Antonio, ho scoperto, lavora al Pirellone, come cineoperatore, stipendiato dalla regione Lombardia. LO MERITA. Dispone di tutto il suo mestiere! Gli auguro le cose migliori.

*************************************************** *

©poleràfrancesca_MG_1369 copia2

Il Totem-mobile gira-gira con eleganza e ben contento, sull'asse verticale, pur se qui non si coglie il girare. Basta immaginarlo, per vederlo. "IMPARATI" A GUARDARE, col cuore.

(foto: ©poleràfrancesca)

***************************************************

(SEGUE, qui sopra......: NELLA sezione 4 su....(?)

***************************************************

Autore : Maximilian Capa
Share Stampa
18/05/2017 - 19:16
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish
Mercato e Vendita

MERCATO nella FORESTA dei LEONI al BOSCO dei PASSERI SDENTATI: VENDITA ORIGINALI di MAX CAPA pubblicati su internet dal 2OO5 al 2O16.
***CARTOON o/e CARTOON B.D.: 150 euros, 130 euros se più di due.
***B.D. (fumetto) 250 euros
COME FUNZIONA:
***L'interessato -dopo aver guardato le 36 immagini del vendibile- inoltra la sua richiesta tramite MERCATO, (vedi menù QUI DI FIANCO...)
***"L'amministrazione", confermando che cio' che è richiesto si trova disponibile, invia pure notizia sul modo di pagamento
***Ricevuta la somma, si procede alla spedizione delle opere sotto plico ben cartonato...

Max Capa Image

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 7


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.1081 seconds
Contenuto del div.