| Home | contatti | FAQ

 Share on Twitter Share on Facebook
Favole Grottesche

KROP FA SOLDINI...


Autore : MAXimilian CAPA
Martedì, 7 Febbraio 2017 - 23:09

 

(segue da KROP/ 8, qui sotto)

Il bel destino tragico di KROP Dentechiaro/ 9

Nella notte nebbiosa, con quintali d'acqua di sorgente montana alpestre che colavano dal cielo, un Patto di Sangue e Soldi fu vergato sulla bella carrozzeria modenese rosso perlaceo, pur se un tantino -ancora- infangata. Un contratto solido come l'aceto...

Con firme, timbri, carta protocollo, "papier bible juif". IL LIBRO! Il Papirus! Di Geova... l'Alleanza fra dio e il tipo "che siede alla sua Destra...". Il contratto paolino... Il giovanotto del Bar-Tabacchi aveva capito che Krop portava una Ferrari indosso, nella sua formidabile pelle conciata dal solleone peri-equatoriale e dall'umidità tremenda e rovente della foresta e della brousse. E che, con questo, si poteva far soldi a palate.... Scorza di cuoio duro da borsa di coccodrillo in pianto -le lacrime -come si sa- conciando bene le pelli e gli occhi manga delle sacripanti serpentesse lillocapitolanesentesse.

Notturna illuminazione, nella luce incerta che sprizzava dalle pupille del giovane coccodrillo! In una penombra tipicamente d'Apocalisse, con alberi sventrati e case piegate e milioni di morti e sfollati nel milanese. Tutti gli ospedali erano in stato d'assedio. E non parliamo dei PRONTO SOCCORSO... che son scarsi ma ben frequentati... Un'aurora boreale gialla illuminava la notte sopra il Lago di Como e le Alpi svizzero-tedesche. Si temeva l'orribile discesa dei Lanzichenecchi, mercenari germanici senza patria ne vero credo Geova-islamico, maomettani todeschcs, i quali avrebbero voluto, volevano, desiderando di andare in Sicilia, a rubar le arance ed i pomidoro ed i limoni et los mandarins et melarance verdi, violentando ed inculando -cammin facendo- tutte le puttanelle di Sabbionera televisive italiche, ed i fanciullini già sodomizzati dai preti e sagrestani! Ora tipica per fa soldi e belle carriere politiche. Mercato Nero.

Detto fatto, fatto il detto. Erano tempi belli e duri... quasi sanguinosi... le Brigate Rosse di Renato Curcio&Mara Cagol ci davano dentro per aumentare il tasso di confusione già altissimo, DarioFo&FrancaRame pescavano nelle acque dell'Ideologia di Sinistra, Elena&NicolaeCeaucescu si trovavano in agguato nei prossimi confini, alla testa di 50.000 cosacchi sloveni a cavallo. Il giovanotto del Bar-Tabacchi gli apri' dunque uno sgabuzzino -disegnato quantunque dall'Ettorre Sottssass, "dizaigner"- in via Montenapoleone, la sacra stradina IN milanese, eretto ritto su un marciapiedi, ad un tiro di schioppo da La Scala, dal Duomo de Milan milaneis, da Piazza San Babila delle Botte Fascistoidi, dalla Piazza Fontana dell'Attentato (12.12.1969), da & da. Una boutique-atelier montata su dodici rotelle gommate, per scapparla liscia, se arrivava la polizia messa in sospetto da attività poco chiare in una via tanto PERBENE.

Localino insigne, marchingegno fine e figo e pure figozzo & fighettino ma anche Figa pucchiacca mona sbrindolina y "a fessa 'e sorda", localetto mobile fisso provvisorio, senza Permessi Urbani di Costruttibilità &/o Installazione in Area Immobiliare Costosa und Costosissima in ambiente eco-cittadino semi Bio-Degradabile. Etc. (segue nel comma 15, paragrafo 17, addenda 1238/bis, aggiunta sociale 325W/16, ETC.). Le belle signore impellicciate, appena uscite da La Scala o altre sale da tè, si fermavano ammirative in lubrica estasi notando meno l'enorme sesso a punta di freccia del Krop (ch'egli mostrava a dovizia per fini di propaganda) quanto per gustare la bellezza borsettistiche delle sue placche sovrapelle.

Mentre piovevano le richieste, il Nostro bravo eroe, che infine aveva trovato pane per i suoi dentoni e pure per i suoi dentacci, si mise all'opera con arte e finezza. Aveva seguito un corso serale rapido di conciapelle e pelletteria durante un paio d'ore alla Casa di Mutua Assistenza per gli Albanesi Esuli & Diseredati SenzaLavoro e SenzaCausa. Il suo Modus Operandi era un vero spettacolo (tanto che il giovanotto del Bar-Tabacchi, seduto a fumare grossi sigari Toscani d'Avana -quattro, legati in uno con del fil di ferro d'argento- sulla sua Testa Rossa modenese, faceva pagare il biglietto ai curiosi). Si levava, si cavava via con una lama affilata, taglientissima, quattro o due placche di dosso e ci confezionava detto fatto la fatidica borsetta, con cuciture BIO (che è IN), si ritagliava dal corpo pure due strisce ed ecco pronti i manici! Con magnifiche orlature bordanti, di bava di perla d'ostrica d'Astrakhan, solidificate al titanio e bagnate nell'olio d'oliva spagnolo. Sacrissimo! E pure sacrosanto...</p

Era una bellezza veder lavorare Il Maestro. Ed i soldi entravano a palate, per contanti, in bei bigliettoni da 10.000 zorros (euros). Krop Dentechiaro tagliava i biglietti in due, una parte la sganciava al socio, ma il resto lo inviava meticolosamente nel suo villaggio con dei piccioni viaggiatori napoletani, che non sono quasi mai arrivati, poi, si seppe poi, ma questo egli non lo seppe mai. E, perfino, pervenne a finanziare ed organizzare una spedizione terracquea d'autobotti e camioncini cisterna pieni di vino rosso, un vinello Barbera da quattro soldi e di scarsa qualità, e la lancio', la carovana, verso il Sud dal Sole Impietoso, colmo di lune voraci, affinché i suoi confratelli e parenti Krop potessero annaffiare i bambini, mentre li mangiavano. E, da perfezionista perfetto, aggiunse alla spedizione pure due corriere zeppe di fanciullini sloveni ed albanesi delle Scuole Materne, in "gita" gratuita, il che fece felici i felici genitori...

MA, non si sa se il grosso e costoso trasporto giunse poi mai a BUON FINE, con tutti i budello maghrebini in agguato prima del deserto tuaregh e la brousse... MA La gloria e la riuscita erano fatte! Colle tasche piene di bei soldini. E si era messo "a leggere" nuovi libri, nei momenti di riposo. "L'Apocalisse" di Giovanni il Moro di Venezia, lo aveva completamente sconvolto. "Solo i juifs possono scrivere cose cosi'!"

(Ma la mamma, inevitabile in tutte queste mie storielle, era di fatto una vecchia signora etiope, Benitina Rasta-Mussolina, ch'egli aveva assunta come ras de chambre, per lavare mutande e calzini e preparagli il caffelatte poco dopo l'alba e scaldargli i maritozzi, ma che era diventata pure la sua baby sitter nel capannone postindustriale che aveva comprato come sua dimora locale, la quale gli leggeva "le favole", traducendo in Swali della Jungle, ad altavoce, prima che s'addormentasse, come una madre fochessa al suo bébé-foca). Gli piacevan quelle su Ivan il Terribile e l'altra sul Lorenzo de' Medici, il tessitore fiorentino, che non capiva niente al corame né al Macchiavello. Il successo , per altro, ha la sua coda di paglia che brucia presto e male.

Oltre le signorone ultrainsistenti che volevano l'esclusiva, gli venne pure sul gobbo una presentatrice tele-telefoninara famosissima in Italia e all'estero (a Canicatti' di Sotto e Verbania...), dalle tettone siliconizzate e dai dentacci bianchissimi, colla dentierona a cesoia comme la Miss France, dentro labbroni mostruosi come la Miss Congo, ben notissima perché -durante la sua ora pregiata nello schermo mattutino -per le massaie di Voghera di meno di 69 anni- ella lei produceva -senza olio e aceto, ma con pepe e sale- 1423 pensieri positivi BE POSITIVE! ben cotti e straccotti, 847 consigli da seguire e 60 minuti di felicità femminile donnesca. Ella essa illa foemina TVstarlette voleva Krop nella sua trasmissione, e fece di tutto per averlo, che quasi si smutandava in piazza pubblica civica, per convincerlo.. Ma, il Dentechiaro, preso dal suo acuto e specialissimo lavoro di pelletteria finissima dal nobile artigianato, non poteva rispondere altro che: "Kranz Krop Pinck Ball Datshj Fürste Kon Unde Naus Komm Sie Mut Alter Foïs!" Il che si potrebbe tradurre in un meno banale: "Signora donna immangiabile, non mi rompa i coglioni...CHE i clienti attendono i miei manufatti dal Produttore al Consumatore e son preciso all'opera ed oberato da impegni. ETC." Ed il giovanotto del Bar-Tabacchi supermanager e MisterdelCalcio doveva gentilmente aggiungere: "Ma lo lasci in pace! Non vede che è preso dal lavoro e che siamo in ritardo colle consegne? E' peggio degli impiegati della FIAT, lei..."

Risvolti della faccia nascosta dei mestieri appassionanti, gli esaurimenti nervosi e di materia prima costringono ogni bravo intellettuale impegnato a mettersi ogni tanto fra parentesi, allontanato dalla Prima Linea di Battaglia della Lotta Continua, ed era il caso del Krop Dentechiaro che talvolta doveva mettersi in vacanza qualche giorno, per permettere alle sue placche di corame di ricrescere svelte e nuove, concimate con letame purissimo di bove -ed allora, il giovane del Bar-Tabacchi lo portava su un biroccino attaccato alla sua Ferrari Testa Rossa per un mesetto a Lignano Sabbiadoro, dove lo nutriva (per rimetterlo in sesto) con bambini friulani a bizzeffe. E gli forniva grosse manze slovene per le sue urgenze sessuali, ché anche dei buoni coglioni hanno bisogno d'essere disingorgati, di tanto in tanto. E là, dal suo albergo di Lignano Pineda, quasivuoto durante l'inverno, egli ebbe modo di scoprire, nella sua giovanile stupefazione, un fenomeno totalmente extraterrestre, più concreto che i Dischi Volanti.

Una notte, il pescatore di Marano Lagunare, ch'era stato assunto in nero per procurargli bambini e grosse e grasse anguille per regale nutrimento, e che egli aveva sedustante nominato suo attacché-de-presse & laqué/valet- de-chambre -un certo Celso Bidin, senza moglie apparente e privo di prole riconosciuta- lo risveglio' ineffabilmente dalla sua siesta digestiva serale gridando contento ed affabile: "Nevica!" Ed esso -dopo un venti litri di caffé forte- si sposto', incuriosito, verso l'ampio finestrone che dava sul lungomare ed il magico Adriatico, per una volta senza nebbia e bora triestina.

Nella luminosità giallastra dei lampioni colse l'incredibile ed il mai visto. Migliaia di farfalle bianco-candide più che i cenci finnici scendevano dal cielo, spinte di traverso dalle brezze slave o dal capriccio del loro volo, sfarfalleggianti come pazze, a migliaia di migliaia scendevano elegantemente come bimbe coglioncelle e gioiose dal cielo oscuro, e già ricoprivano l'asfalto, la spiaggia ed i pini, i vetri del terrazzo, e le vecchie signore inglesi -tutte Mary, figlie di Churchill?- che imperversano a Lignano, isteriche, depresse e represse, alcolizzate, ma munite di sci, cappello coloniale bianco, e pattini da ghiaccio a tre rotelle d'acciaio svedese. "Ma ghe y-è 'STA guosa, diccomi c'al diga, sior Bidin!" egli chiese stupito e tremebondo, temendo l'annunciata Invasione Marziana, che tutti pensano che sarà mascherata -alla veneziana- o non sarà. All'americana.... Il Sior Bidin gli spiego' con ampi gesti uniti ad un mélange di russo-tedesco-cairota-sovietoSiberianoDiSinistra CHE si trattava, semplicemente, di pioggia invernale detta neve o ghiaccio di Venere o pantegane artiche appena nate, dagli indigeni. E dopo due ore egli, il Giovane Krop, capi' che si trattava d'un fenomeno naturale tipico all'estero, come il mangiar bambini presso i Krop. Niente di grave. Allora. Ma, intanto...

(...) (omissis) MA. La gloria e la riuscita erano fatte! Colle tasche piene di bei soldini. (....) Perfino il grigio e sconfortante settimanale qualunquista "Panorama" squitti' in un lungo servizio a proposito del successo "per tutti i bravi extracomunitari"..."se solo ci san fare" al Nord e decanto' le sue valigiottine portatili (le Borse KROP&KROP) che puzzavano bene e "che sanno ancor di vacca". E TUTTI VISSERO FELICI E CONTENTI. "Je dirai même plus!": E TUTTI VISSERO Contenti e Felici! In un panorama da Bel Paese simile ad una cartolina televisiva, dentro il qual il Meglio del Meglio possibile e vivibile restava solo e semplicemente il MENO PEGGIO.... Il che già NON è MALACCIO.


  Stampa
Share
 


Scrivi un commento

* Autore
* Indirizzo e-mail
Sito web
Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti
Per verificare che sei un essere umano scegli : l’arancia

5
8
2
7
6
4
3
1
B U I url Smilies
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish

Maximilian Capa - Favole Grottesche - La Cappuccetto rosso scomparsa 2016

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 0


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.0419 seconds
Contenuto del div.