| Home | contatti | FAQ

 Share on Twitter Share on Facebook
Favole Grottesche

Momento di tedio fra gli ORCHI....


Autore : maxus capusQUE
Domenica, 11 Dicembre 2016 - 23:19

 

(segue da "L'orco Geraldo degli Orchi" 5, qui sotto)

"L'orco Geraldo degli Orchi" 6

E le cose andavano per le lunghe, col giovanotto del Bar-Tabacchi, ed ognuno iniziava ad aver voglia di tagliar corto. Senza una concreta soluzione evolutiva. Ché la dialettica politica, "poleteka", colla sua parlatina sfila facile, scorre via, e conduce a dibattiti senza fine. Da Lotta Continua... Senza parlare delle Brigate Rosse di Renato Curcio e Mara Cagol... (Gogol?)

Vi era in giro, dentro gli animi divenuti diffidenti, la certezza che il vizioso giovanotto continuasse a pensare "orca l'oca!" ogni venti secondi, pur se non lo diceva, in piazza aperta. In-cu-ra-bi-le. Discussioni interminabili, bizantinismi sul sesso degli orchi e l'ano degli angeli (situato dove? dietro l'orecchio destro? sotto il Tallone d'Achille? COME CAGANO GLI ANGELI CUSTODI? e la carta igienica, Rosa o Gialla? E per LavarLO? Alcool di Dio o distillato di pere?). Per un risultato occulto e magari ambiguo... CHE cosi' van le COSE: "All'impossibile nessuno è tenuto..." urlacchiava quasi sfinito l'orco Geraldo, scolando damigiane di acqua di fonte di Fontanafredda al Tagliamento. Dolce come la neve, l'acqua... E fresca: pur SENZA passare a frigidarsi nel frigorifero della Brigata Paracadutisti Folgore.

[DATATA di 2800 anni -CIRCA- l' "Aga Frestcia" di Trasaghis sul Tiliment (Tagliamento: FIUME SACRO a "La Patrie" DEL sanctus PATRIARCATO d'Aquileya, sotto Grado Spiaggia,) resta la SOLA acqua FRESCA reperibile e goduriosamente consumabile insistente et esistente su questo nostro triste pianeta- MA: procediamo con ORDINE: i Celti Maraudeurs "tranquilli" invasori e pieni di cultura --TUTTI avevano fatto il DAMS di Bologna...- Ma nessuno aveva letto -grazie ai consigli funebri del Max Capa...- Pasolini, Moravia, Elsa Morante & Dacia Maraini...ed altri castrati castristi romanzieri carrieristi...-DOPO aver violentato " en passant" l'imperatrice austro-slovena SISSI (SIC!): Romy Schneider! (SIC!) da-VANTI et & DE-RETRO, 3.333 volte, senza parlare degli innumerevoli bocchini und POMPINI..., I CELTI avevano orinato con abbondanza SPERMA e residui VINOSI sulle Alpi CARNICHE-Celtiche: RESULTAT DES COURSES (TIERCE!QUARTET!QUINTET!): LA PISCIA SACRA celtica è -sarebbe...- ORA-ADESSO: acqua freschissima di sorgente montana, DA BERSI SENZA LAVARSI LE MANI!]

IL TEMPO CHE PASSA PURIFICA LE COSE.

[ E POI "SPARLATE" DI ECOLOGIA, questo manufatto ideologico "socialista"-nazifascista, pronto chiavi in mano e 33 lire al mese, servito in tavola dal telegiornale: DI SINISTRA, NEH?: CHI non ha mai bevuto la propria orina travasata in tini di quercia trattati sul legno alle foglio d'alloro (RORI) cotte con poco aceto e niente salame: non è un uomo. E' UN..]

"In un mondo in cui tutti vogliono aver ragione, nessuno gradisce d'aver torto..." sparacchiava in sentenza emilofagilogica colla sua Colt scalibrata la brava oca Geraldine, vinta e un tantin sfinita. Ma restando caparbia sui suoi intenti. Stanca ma non "morta".

E il corvastro Ulcerinus le dava fortemente ragione. CHE non desiderava MINIMAMENTE esser dalla parte del torto...Agitando il becco, con smorfie secche. Il Corvaccio insalubre, solerte, studiava IL PASSATO PROSSIMO FUTURO, per vederne le budellose, aspre ed agre vicissitudini. Restiamo in pista: ci son TANTE COSE DA VEDERE, se avete gli OCCHI... Il feroce romagnolo, IL PASSATOR CORTESE, scherza poco o quasi mai.

Ed il Movimento di Liberazione dei Pidocchi (scissione di centrosinistra, dopo i fatti di San Sacramento in California Centrale) seguiva vociando od in attento ascolto quel che succedeva nella sala, dai bordi della vetrata, ma pieno di speranze. "Lasciateli vivere! Lasciateli vivere!" gridavano al suono dei tamburi TAM-TAM i suo seguaci, in permanente vociare"Compagni!Corteo!" di manifestazione "lotta dura senza paura". TA-TA-TE-TI DO-RE-MI. Lotta Continua e Brigate Rosse di Renato Curcio inscindibili nella LOTTA!

MA (c'è sempre un MA...): nel frattempo un fatto strano, maternato da varie origini e fonti e debolezze umane, s'era insinuato fra i nostri eroi ( e qui si parla di peccato!): Geraldine, L'OCA piumata da belle e candide soffici penne, l'ocarina ocaretta orcastra, ch'era bella e lussuosa di corpo, caricata positivamente di sex-appeal, pur se divorziata e vedova, era ambidestra anche, per tutto dirvi, sessuo terzista, reich-iana ultraleninista...E, prima o poi doveva capitare. E' il DESTINO, a cui nessuno scappa...

Un folle amore e solido (poco platonesco), chiaramente sessuale, ultraerotico, l'avvinse presto al Geraldo e alla Isidora-Gina e spesso si sollazzavano, scivolati sotto il tavolo come ubriachi cotti e bolliti o -rinchiusisi nel saloncino rosso dalla luce giallastra fine-, ove si davano alle loro "porcherie", giocando al terziglio mutandinaro, con mucho gusto. E questo comincio' ad accadere più sovente che non si sappia, tra il-lo grando scandalo delle genti, che "non sapevano più che pesci pigliare", che accorrevano fin dalla periferia, PER GUARDARE -se possibile-, pregando tutti i santi e le madonne vergini. IMMACOLATA CONCEZIONE... LO PRENDO IN CULO ma -tranne il SANTO bimbo- NON RESTA TRACCIA. Altro che preservativo: la santità SOLA fa la santezza del vostro SESSO... I cittadini democratici e televisivi godevano con buon gusto. Leccando le sacre iconi sessuo-reich-"liberate". Godendo di vista come matti da legare scappati dal Manicomio di SAN SERVOLO di UDINE.

Le due orchette intanto suonavano il piffero al giovanotto del Bar-Tabacchi, tentando di incantarlo. Per renderlo manipolabile, come pasta da fornaio. (Premiata Forneria Marconi..) Il giovanotto n'era elettrizzato, certo, ma solo d'orgasmi... Sborrava come un treno ed aveva pure preso in prestito i coglioni del toro ufficiale della "Monta Taurina" Locale. Tuttavia, in loco morale suo, il Geraldo non si lasciava andare al lusso dei vizi ed al "bere per dimenticare". I veri uomini non fanno MAI questo. Svaccare va bene, ma con giudizio. Ed egli manteneva la testa a posto. Al posto suo, del PENSARE. CHE gli orchi non son bestie, come -troppo facilmente- credete. Esso lui, il nostro orcone preferito, aveva analizzato correttamente lo stato di cose correnti , secondo La Giusta Linea Di Partito, tenendo conto dei luminosi Pensieri del Presidente Mao, senza ignorare le istanze ideologiche dell'Elena&NicolaeCeaucescu, il Genio dei Carpazi. E gli addiveniva un risultato conseguente e concludente, che: BISOGNAVA DARE L'ASSALTO AL COMITATO CENTRALE!!!, con guardie rosse o meno...anche solitario, SOLITARIAMENTE, se si fosse reso necessario!

[BISOGNA QUI SAPERE - e non scordare MAI- che l'orchessa, l'ORCO, e le orchessine PURE!, E -intanto che ci siamo...- anche il corvo ULCERINUS & i "suoi" fantasmi focomelici-mongoloidi della Cina del Nord, erano TUTTI! regolarmente iscritti e tesserati al Partito Comunista Siberiano -LINEA ROSSO/NERA- quella di KAMENEV!- nella Locale Sezione (Cellula) "BAKUNIN" di OKHOTSK, di fronte al mare sul Pacifico Oceano detto d'Okhotsk, E che non amavano -E PER NIENTE!- i socialisti ovest europei: "VIL RAZZA DANNATA! & decadente, anticomunisti nati! E CRESCIUTI...! (s'aggiunga, per gli ignoranti, che son sempre troppi, CHE -sotto Krusciof, Brezniev und PUTINe- CHI non era del PARTITO, non trovava lavoro. ...e l'Orco Geraldo degli Orchi "teneva famiglia" da nutrire e mantenere.) QUESTO spiega -forse- QUELLO.]

[Succedeva, nel contempo, fra LE tante altre COSE, pure questo: l'Isidora-Gina, orchessa di mestiere ma non di professione, era caduta tra le grinfie laccate del Locale COMITATO MAMME-DI-FAMIGLIA di BERLINO-EST -stalino/femminista-, le quali "ragazze" -dopo un "breve" corso di rieducazione Ideologica ("Tanto siamo COMPAGNE femministe di Partito, NO? COMPAGNA orchessa Isidora-Gina!") la convinsero a munirsi d'un TELEFONINO, offerto da uno sponsor (ENZO FERRARI?). CHE, in ITALIA, tutte le donne femmine e pure gays -femmine TRE volte...- DAI 7 ai 97 anni...- dispongono di ALMENO un TELEFONINO... E LA CONVINSERO, di prendere contatto -SEDUTA STANTE- coi DUE grandi capi romani, i quali, da Piazza Navona, dirigevano le sorti italiche e del MONDO. Si trattava di porre in sito la sofferenza delle orchesse, che la violenza carnale del maschilismo stava riducendo a ben poca cosa, se si tiene conto che la figa è sacra, come la pisside di Padre Pio. L'Isidora-Gina, entusiasta, TELEFONINO' subitissimamente ai due Raïs di Lampedusa, il Persidente de la REPOBLEKA Ales[sandro] IL PICCOLO Pertini, poi al SUO Primo Ministro Benito Mussolini, ponendo tante e forse troppe questioni col suo accento "tedesco" sgradevole, carico del chiacchierare delle foche nei brevi pomeriggi d'inverno. Un russo-sovietico-maoista-stalino-fascista-inca-parateu tico-slavonico-finnico, ETC.ETC. che sconvolse, che sconvolse acerbamente gli scarsi cervelli dei due DUCE italidi. Che la trattarono a pesci in faccia. E qualche peto, forse... Leggermente sconsolata, l'orca ebbe a concludere con saggezza: "SOCIALISTI di merda!!!" Le MAMME DI FAMIGLIA di BERLINO EST si sentirono in dovere di rettificare: "Uno è di destra, l'altro di sinistra! COMPAGNA: NON confondere..." "SOCIALISTI DI MERDA!" concluse ancora l'orchessa. E UNA VOLTA PER TUTTE.

L'orca "non sparagno' "all'orco Geraldo qualche convinta notazione: "Cosa conti di fare in mezzo a tutti questi fascisti italiani?!, qui anche gli anarchici sono fascisti, e i fascisti sono "comunisti"!!!" e poi, ancora: "Ma qui sono tutti matti da legare scappati dal manicomio di SAN SERVOLO di Udine, E GIOCANO A FARE I BASAGLIA! I matti in manicomio e i mussolini impiccati per i piedi! Andiamo via da qui!!! QUESTO POSTO E' DI MERDA!" "Non offendere gli italiani, dolcezza mia: qui stiamo parlando italicus, quantunque, del basso-latinorum, sia, ma italoide di sicuro. La colpa non è nostra, ma -FORSE- del Max Capa: è lui che ci ha ficcato in questa favola grottesca e stupida: io NON GLI HO MAI CHIESTO NIENTE, al MAX CAPA. FA TUTTO LUI! Cosa posso farci? GLI ci TAGLIO LA GOLA? NO' SO' MINGA 'NU MUSULMANIA, cazzo!"

L'orco guardava lungi, oltre l'orizzonte, sconsolato. "L'ideologia italiana non è che poca e squallida cosa, MA QUANTO MI FA MALE... Ancora qualche giorno, mia cara, e poi partiamo da QUESTI POSTI DI MERDA. Lasciami tentare ancora. Ancora una volta, o due.." "Gli ingegneri Ferrari ci han trattato bene, no?" "Si', ma..."

Opera lunga ed interminabile quella, contro l'ideologia inestirpabile. "CHE se gli ci togli PURE QUESTA cuosa...COSA resta al POPOLO? quasi poco e tanto niente, o: robetta... Lotta Continua impossibile...ahimé, ahimé... scoramenti certi e sicuri." Allora, decise di tenere un comizio, IL GERALDO ORCO, proprio nella piazza di Gxxxxxxx al Lago, buco del culo nel mondo dei DioBonCosaMiDiciMai. Nelle radicali profondità labirintiche del proprio spirito, dove il sole arriva ma solo a sprazzi e in lame chiarastre tic-taccheggianti, egli si ripeteva tristemente, nella totalità del silenzio: "Ma cosa sono tutti questi geroglifici?!" e non si sentiva in pace, con tutte le cosacce irrisolte fra questi testuti testardi ipocriti. E i 50.000 cosacchi a CAVALLO, che attendono gli ORDINI, sui bordi del "placido" DON. INSOSTENIBILE. SINCERAMENTE... STALIN era triste, quella sera, TROTSZKY pure...E non parliamo di TOGLIATTI...

Bisognava operare un GOLPE, dunque. Une opération de choc... L'OAS frappe OU' elle veut, QUAND elle veut, COMME elle veut. AMEN. (...e COSI' SIA...)

Il giorno del comizio era un Primo Aprile. Gli italiani non amano i pesci. D'aprile... MA: Il pubblico discorso aveva ricevuto l'avallo perfino dell'Unione Pesci Muti non Urlanti-contro-la-calunnia, e del mitico Comitato Mamme-di-Famiglia di Berlino Est. Fin dall'alba, il maresciallo Da Biani ed i suoi militi CC erano passati casa per casa, porta dopo porta, per invitare seccamente gli abitanti al comizio. Invito caldo e soavemente gentile, ma pure obbligo perentorio. Il maresciallo voleva "imparare" loro La Democrazia.. IL che, come intento, non è già malaccio...

"ANCHE GLI ORCHI HANNO DA DIRE LA LORO!" PUNTO & d'ACCAPO:

"E, portare pure i bambini!" "Portare I BAMBINIIII???!" "Si', portare I BAMBINI!" "Portare i bambini..." "Esatto! PORTARE i bambini!" "MA, bisogna proprio portare i bambini?" "...Con tutti questi orchi in giro..." "Sicuro! Portare i bambini o guai a voi." "Portare i bambini..." "...Con tutti questi orchi in giro...?...?...ma..."

Il corvo Ulcerinus ed il gruppo pop-Bop-PAP-FolcK dei fantasmi mongoloidi, dal palco improvvisato sopra il "trauli", avevano riscaldato la folla in ansiosa attesa delle alte parole forse cariche di minaccia o scomunica. Musica che fu non-notevole ma di sicuro non sgradevole. L'Ulcerinus -the Band Soul- suonava diciotto strumenti da solo, fatto insigne e da propagandare, mentre gli spettri -ricoperti dalle lenzuola rosso Ferrari confezionate dagli ingegneri e stilisti della Scuderia- cantavano qualche pezzo del loro disco CD "DISCO-BOOM-SPLASH-SCOOP-cai!cai!DANGA/danga!", ben presto in testa alle classifiche internazionali, in tutto il mondo mondializzato: "iioxienero opezu ekuqo ecuxazif taxuz ynah syodeewoa apuuyme lofevu roma yqeaaliug aytoc aqeutukas oecepy hexunox qigakazizo oquga toeqef vyuapuyfo yjeuyh husykel dalabauci okeq tamocagaz satyhyxaok ukowe omotijeni iwij uegilu uigybefeb kuhaacufia uwekewary ipul ymapagox uacyre olyu enutuhemy gilyhi xudakewy"

...e poi pure: "DagaBingaBOBObabatumPipangTOBO-TOBOtaba-guccuro GUCCURApat-pat: MedopadoTRATRAtaroppasiggaMandapococcoKi bolingoDAdapunta-fermaTOPOtopo- kanguGAgogolenoManoStopo facoDINGOkakoTATUTA..." (e cosi' via)...ETC.ETC.

(segue in "L'orco Geraldo degli Orchi" 7, qui sopra)


  Stampa
Share
 


Scrivi un commento

* Autore
* Indirizzo e-mail
Sito web
Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti
Per verificare che sei un essere umano scegli : la fragola

5
6
7
1
4
8
2
3
B U I url Smilies
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish

Maximilian Capa - Favole Grottesche - La Cappuccetto rosso scomparsa 2016

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 0


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.062 seconds
Contenuto del div.