| Home | contatti | FAQ

 Share on Twitter Share on Facebook
Favole Grottesche

DOVE arriva il maresciallo DA BIANI...


Autore : maximilian capa
Lunedì, 5 Dicembre 2016 - 19:53

 

(segue da "L'orco Geraldo degli Orchi" 3, qui sotto)

"L'orco Geraldo degli Orchi" 4

Il "trauli" ferrarista, tutto bello rosso e giallo, faceva il suo bell'effetto, fra le auto FIAT 500 TOPOLINO C del 1936 e le più recenti, del 1962 e rotti, ed anche tra le vecchie scarpe senza lacci, LI' IN GIRO, e le taniche di benzina vuote, i motorini, le biciclette Coppi&Bianchi, e pure Bartali&Bottecchia, le sedie a sdraio, i bidoni dell'immondizia, le cartacce ed i cartelli Divieto di Sosta che riempivano i bordi dei marciapiedi, le mutande sparse dalle vecchiette il giorno dell'epifania, i cascami crinuti del parrucchiere Telamondi, il reggipetto rubato alla signora violentata, la scatola per scarpe vuota, un cavolo bollito marcio, un pezzo di carne di manzo lessa gettata, un libro del romanziere Moravia, dalle pagine strappate, ma non tutte, ETC.ETC. ... La piazza era piccola ma vasta nella sua pienezza di cose e di persone. Allucinante. Sovrabbondantemente ridondante. Da non crederci neppure un attimo...

Davanti alla pressione della folla e alla curiosità impellente delle masse-popolari-unite-nella-lotta, il corvo Ulcerinus -strettamente e largamente e soavemente coadiuvato dai fantasmi mongoloidi vestiti di rosso Ferrari, per l'occasione- aveva -per forza!- ritrovato -dovuto ritrovare!- tutta la sua gracchiante (CRA-CRA!GRAC-GRAC-GRA!) vocalità e gridava come un pazzo per spiegare ed illustrare -con disegni infantilistici- le qualità, la necessità, i pregi e limiti dello "stranissimo" marchingegno senza ruote che -se non lo ignorate o scordate...- si chiamava Ghelthrudeh, che è un nome di donna, da qualche parte nel mondo, MA poiché: "Se Dio è maschile, Dio puo' essere pure donna, Dio puo' amarvi DAVANTI o DEretro e DOVE preferite!"come strillava il Papa, etc.: ne consegue che il "trauli" poteva portare docilmente pure un nome femminile, senza che si sparga la vergogna, l'onta: in rivoli incontrollabili.

Perché le masse hanno da esser educate e -sopratutto- mantenute sotto strettissimo controllo democratico: "No...non si va a Monza, per il GP di F1...no...siamo qui di passaggio...piccola lotta versus la Propaganda delle banalità, se permettete...le calunnie...sapete...noo... non toccate troppo -voi- là, eh!, è legno fragile pur se duro. Si'...Nooo...non siamo l'avanguardia dell'invasione Orca Tatara NordCoreana del Genghish Khan...no...non abbiamo niente in comune coi pirati albanesi e turchi ottomani...si': siamo assicurati come si deve, non temete..con il Lloyd's of London...non c'è rischio...tranquilli... No, signora: non si segga là sopra, NOooo!...si', siamo venuti da troppo lontano, certo...il vento dell'Est...Ancora? ma, signora! Veloci? il "trauli", oh...solo 49.9 KMH, AL MASSIMO...si', se la bora minaccia, si mette il freno a mano...si'-si', siamo tutti "un poco triestini", come gli sloveni...certo/sicuro: abbiamo fatto l'autostrada Milano-Laghi...si'...neppure una multa...che cazzo!,...La Polizia Stradale vostra ci apriva la strada...il cammino...certo.Tutte sirene scatenate ed urlanti...si'...e poi, la Firenze-Mare e la Genova-Ventimiglia. A Pisa? si', ma cum granum salis...madonna budella & dio nato d'un '(h)ane...no?...Il Papa? simpatico stronzo, si'." Mentre, intanto, i fantasmi mongoloidi -visto l'interessamento precipuo della giovinezza locale- e delle belle fanciulline senza barba e pizzo, innanzitutto...-, considerati argutamente il pro e i contro, avevano montato un palchetto POP-miusek/ale di fianco al "trauli" che dormiva tranquillo, desiderando promuovere il loro nuovo disco Art Contemporain "Ono Ono Band".

E si misero a cantare danzerellando ridicolmente, col corvo Ulcerinus che faceva da orchestra tutto DA solo: "DLING-DLANG-DLONG: ololixoomo pifeypezu ylaypyvo kuqoho loxa otyfymah iewoako emawydyem DLING-DLANG-DLONG naoharume tyzeiej jujirayv ihikiciw yguge buhi cybo vowosakulo iduxukeeji xuzyy jyguc evuiwu qahalyfici coix juehae lasiro odanog iogepehueh utaxodat oexavaomo wikaetagou uriudana davihyoe guzedi uywi eacyiciy utiuac uuij migileqozi cygo timufoly woogujojac ijotuqavim xaxy pujopevade pesiqigaa yqyihodini gyxoor gyvowuqeni ohefaliqu yubaou DLING-DLANG-DLONG ezujy enyaro iynerih oweaejik gyeynub odusyijese qiwiyax dyeno aqiwiraut uitaboyrug fogano ceneoeniz afibaiuqi DLING-DLANG-DLONG bahusid naeafybo opeqarek izotexig DLING-DLANG-DLONG mewey vomuwycuqa ocadame rovyagaace... DLING-DLANG-DLONG..."

Insomma, sinceramente... Tutto questo non poteva non allarmare, ed in villan modo, il pertanto quieto e prudente maresciallo Da Biani, capo dei CC(regi carbigners savoiardi) della Locale Caserma. Ché il trambusto poteva ri-trasmettersi in baraonda, questa: divenir sommossa carnevalesca alla viareggiotto-viniziana (senza "cape longhe" o sardelis cence guess...), poi, magari: si vede sorgere nei pomeriggi neri, vorace e caotico, presto, un moto popolanesco "non divenuto dialettico, tuttavia": spuntare -quello- colle sue ganasce rivoltose & velleitarie, le quali sbattono per terra il placido condominio civile delle nostre società, sopratutto in questi tempi di crisi (1973...2073...).E...

E, DALLA Lontana Città, aveva ricevuto ORDINI ben precisi. E...

E, dunque, il maresciallo dovette intervenire, fiancheggiato da una dozzina di militi CC armati fino ai denti, per calmare le cose, e non lasciar tracimare le acque, e prevenire gli eccessi, che possono causare crisi sociali non indifferenti. Per prima cosa, egli incarico' il suo brigadiere CC e l'aggiunto, appuntato CC di multare il "trauli" con nome di ragazza (Gheltrudeh...) per "Parcheggio sregolato irregolare in zona di Divieto (art.7.125 C.P.Stradale e vedi pure: comma 137g con annesso paragrafo 36b allinea 14, dogma perfectus/ultra). Vista sopraggiungere la Forza Pubblica leggermente armata, senza blindati e carri armati -che, tuttavia, non aveva "l'aria di scherzare"...- la folla s'era piuttosto calmata e sedutastante, e tutti restavano li' in giro tranquillissimi, come se fossero di passaggio e/o paciosi e paciocchi turisti milanesi & austriaco-todeschi. Il corvaccio Ulcerinus e gli spettri canterini avevano pure interrotto lo spettacolo e aspettavano, sogghignando, come tutti gli stranieri, le inevitabili sanzioni. Zitti come topi pantegane o talpe mute e cieche, facendo "finta di niente"... Ma il "trauli", la balda Gheltrudeh, non aveva targa, né motore, né ruote gommate o metalliche o d'avorio o di legno, pur se marchiato chiaramente Ferrari in certe parti della sua meccanica e scocca. E questo sconvolse i bravi carabinieri, disastrati nelle loro abitudini. Ma "CHE FARE?"

L'Ulcerinus, bestioncello talvolta intelligente, condusse decentemente una trattativa da sindacalistista d'acciaio (STÄLHinista) dei metalmeccanici metallurgici&AFFINI e convinse il gigantesco Da Biani (2M,03CM...) di vedersela direttamente coll'orco Geraldo degli Orchi, senza mezzi termini. Il maresciallone restava titubante ed incerto, in quanto era al corrente -"è il SUO mestiere"...- che l'orco mascherava probabilmente un inviato di Stalin o di Trotzsky e di Putin e della Chiesa Ortodossa Iconica di Siberia, ch'era stato ricevuto dal Papa in persona, che il Partigiano Presidente Pertini, IL PICCOLO ALESSANDRO, seguiva attentamente e con simpatia "ses démarches diplomatiques de Gauche" PRO-ORCO-SUA, che l'Enzo Ferrari gli era paterno amico, che...etc.etc. E non voleva posare la sua manona in un vespaio, e ri-trovarsi spedito al confino "in esilio" dal Gaddaffi (gli italiani usano mandare i loro carabinieri recalcitranti o gaffeurs nelle loro Colonie... i francesi preferiscono la Corsica...)... Ma, infine, lo storico incontro ebbe luogo in uno stanzino, il famoso Saloncino -Buono & Rosso, ricoperto di velluto bordeaux da cima a terra, con luminarie giallastro espressioniste, dove il giovanotto del Bar-Tabacchi si ritirava -d'abitudine e vizio- la notte, per drogarsi selvaggiamente. Ed il giovanotto del Bar-Tabacchi non volle assistere a quel conclave, forse per strane ragioni sue, ma con il pretesto acutamente tirato fuori che: "doveva passare ALLA BANCA per certe operazioni urgenti in attesa", e si dileguo' di lesta lena durante tre ore e sette minuti e 10&otto secondi e qualche decimo non ulteriormente frazionabile. (Poiché il centesimo di decimo di secondo non esiste nei dizionari e non se ne parla neppure & nemmeno ne LA DIVINA COMMEDIA (sic!) del Dante: opera insigne "dove c'è DENTRO tutto l'italiano volgare e pure quello istruito".)

(segue in "L'orco Geraldo degli Orchi" 5, qui sopra)


  Stampa
Share
 


Scrivi un commento

* Autore
* Indirizzo e-mail
Sito web
Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti
Per verificare che sei un essere umano scegli : l’anguria

6
8
2
4
1
3
5
7
B U I url Smilies
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish

Maximilian Capa - Favole Grottesche - La Cappuccetto rosso scomparsa 2016

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 0


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.0423 seconds
Contenuto del div.