| Home | contatti | FAQ

 Share on Twitter Share on Facebook
Favole Grottesche

IL PAVONE...


Autore : max capa
Sabato, 19 Novembre 2016 - 20:24

 

(19:05 14/05/20112 ...16:13 19/11/2016)

Pavone 1

¤¤¤ 2 ¤¤¤ Il paracadutista senza coda.

Fra gli esseri umani i pavoni, ve l'assicuro per esperienza, sono le bestiozze pi strane, pestifere e fastidiose che si possa immaginare, e -magari- d'inevitabile nocivit sociale, "pericolose per l'ordine pubblico". SINCERAMENTE.

N il manicomio, n la prigione servono a gran ch per la loro miglioria, matti pericolosi, insanabili ed incurabili nella loro follia. Animali insensati, pazzeschi, incapaci di buon senso comune, ardenti di "MalFoco", vanitosi, capaci -sia...- CAPACI ma di disastri tifoneschi e -fon-da-men-tal-men-te- autodistruttivi, in un oceano di rottami causato dalle loro mattezze.

Mine vaganti nelle acque sudice dei nostri amari tempi. E non sto esagerando, badate, anche se magari solo un poco, per dar colore... che quando si narra si ha da essere interessanti... E, i pavoncelli mattosi, se solo avessero quattro zampe, potreste prenderli per muli dalle scarse ali, tanto son cocciuti nella loro scempiaggine, ubriachi di vanteria, narcisistici da far ridere le pietre nere, megalomani sfrenati, sempre davanti allo specchio a perorarsi, a pavoneggiarsi, a farsi VEDER belli - a s stessi...-e a mostrarsi magnifici -per gli altri.(E lo specchio siete voi, brave ed oneste ed umili persone, sulle quali il tristo pavone tende a riflettere -come una scoreggia che cerca l'eco- la belt "gloriosa" dei suoi intimi e ludibriosi rumori).

Ma il pavone non un asino, essendo un bipede... Venendo, adesso, ai tanti tristi fatti: di questa tragica farsa, si vedr, POI, come questo "incipit" non sia inutile, se le sincere genti sapranno trarne succo, insegnamento e vantaggio. Se l'esperienza maestra di vita, l'esistenza di queste bestiozze a bella coda ne puo'sconvolgere gli insegnamenti, se non si sta un pochino attenti... poich il loro inganno -suicida, del resto...- puo' trarvi nel niente. Gi, oltre il fondo opaco del Niente.

Il pavone (Emilio?), (Giovanni-Paolo?),(Erasmus?) Roteweidert credeva duro come ferro di possedere cento occhi nella coda ben particolare ch'era la sua, e per questo la dispiegava spesso in giro, convinto di poter vedere molte cose pi degli altri. Questa asinata se l'era inventato nella sua disastrosa megalomania, e tentava di convincersi del vero delle sue illusorie illusioni, e con seriet sospetta e molta affettazione apriva ad arcobaleno la raggiera delle sue folte ma ben curate e distinte penne posteriori, il testardo, strillando per cercare testimoni e curiosi consenzienti e plaudenti. Ma la sua coda restava cocciutamente cieca, e le sue belle e tonde chiazze queste, ovaloidi multicolorate senza pupilla, iridate dal benvolere divino, finemente tinte, "pupille di fata" diceva lui, non vedevano neppure s stesse tanto avevano l'aria indifferente e smorta nonostante le colorazioni variegate. Questo: "in verit, in verit vi dico".

Ma, per dimostrare comunque a noi del popolo l'acuit dei suoi molteplici sguardi, egli inventava ogni sorta di panzane e di fantasticherie, viste solo dalla sua spasmodica fantasia. Era un delirio. Egli inventava -meglio di WaltDisney&TOTO', gliene do' atto...-le tante cose che diceva di vedere, marziani sul prato dietro la casa dello stradino, mostri marini che girellavano dentro il ruscello, dodici stelle cadute nell'orto del sindaco ma senza far male ai radicchi, fantasmi nel bosco: di soldati morti sotto le lame dei lanzichenecchi nel 1624... E sui margini del bosco: pepite nascoste da secoli sotto le radici della nostra famosa e rispettata quercia millennaria, la quale fu abbattuta dal popolo scatenato che non trovo' niente, tranne un grossissimo cranio d'elefante dalle zanne segate -dunque senza alcun valore...- e, nello scheletro, enormi scarponi da montagna ancora intatti (cuoio di qualita!). E, in pi, l'elefante era un mammuth... Mentitore pure in questo... E tante cose, e tante cose ch'egli affermava di vedere o d'indovinare, grazie alle qualit di preveggenza dei suoi cento occhi inesistenti e ciechi... Palle e panzane iperultrapazzesche! Ma questo non tutto...

Il Maresciallo Da Biani, comandante CAPO dei CC (carabinieri) della Locale Caserma, teneva costantemente -e giustamente!- d'occhio il pavone Roteweidert, individuo sommamente sospetto, il quale probabilmente viveva, sfarzosamente, di "traffici illeciti": (tranno lo scarso mensile che gli inviava per vaglia postale un tal suo zio vescovo, non si conosceva minimamente l'origine delle somme pazzesche ch'egli scialacquava per darsi arie e per i suoi vizi egocentrici e spettacolari: per far scena -ad esempio- fumava enormi sigari cubani lunghi come una zampa di sedia, (pur non amando il fumo n il tabacco...). Il Maresciallo Da Biani -in un momento di confidenza- mi relato' ("MA che resti fra noi, nevvero? IN TUTTA fiducia sana e reciproca!") i suoi sospetti: il pavone era -sarebbe stato- resterebbe- un agente delle Brigate Rosse di Renato Curcio!, sistemato qui IN LOCO per spionare e controllare il Da Biani! (ipse dixit)!: che i russi del Kremlino temevano! e volevano tener d'occhio!: "come il latte sul fuoco"!... Il nobile sottufficiale, quantunque CAPO di CC, mi porto', mi arreco'' in quanto PROVA INCONFUTABILE che: durante la famosa partita MILAN-FIORENTINA, UNO A ZERO e palla al centro, essolui -pavone- avrebbe INQUINATO disinformazionando le informazioni che provenivano dalla SACROSANTA televisione RAI: "Ma non ci credete, la partita truccata! La fiorentina vince -NEI FATTI!- per quattro a zero! La radio dice questo per far piacere a Berlusconi! Che senno' LI LICENZIA TUTTI! E' il PADRONE del Milan... questo spiega tutto..." ETC. ETC. -come "dice" il Max Capa... Mi capite?, 'sto pavone lavora per Mosca tramite le B.R. di Curcio, SAPENDO che io sono MILANISTA!"

MA, "tirem inanz!": vediamo altre robette: Siccome il Maresciallo CC - forse poco acuto e d'intelligenza corta e carabinieresca- non riusciva mai a "beccarlo sul fatto" -ch il Roteweidert sulle questioni di soldi ed intrallazzi pecuniari ci sapeva fare...-, lo pungiglionava come una bambola vud allora -indirettamente-, grazie al suo catastrofico motorino. Un triciclo , senza pedali.. Con motore multiplo a vapore a scoppio e gas metano e benzina arabo-brasileira BIO di semi di colza, un congegno futurista del 1914, gi adoperato dal D'Annunzio durante l'attacco su Pertegada al Tagliamento, un macchinario obsoleto ed anti ecologico che faceva venire i capelli biancastri o grigio perla alle vecchiette o vecchiacce ed alle fanciulline, e pure agli anziani cacciatori del Circolo Caccia & Pesca, gli sdentati, i noti consumatori di riso al latte vietnamita.

Questo marchingegno, peraltro, pur se ricercato con solerzia da Tutti I Musei del Mondo attuale ed antico, costituiva -nel complesso- un vero pericolo pubblico N.33. Rumorosissimo. Con scoppiettii e boati stroncati sul gozzo, terrificante. Che faceva abortire le vacche e le cavalle. Che velocissimo attraversava i villaggi e le frazioni a 33 KM l'ora, al posto del limite consentito sotto i 13-17. Senza bollo n tassa di circolazione. Gomme lisce che mostravano la tela. Privo di catene antineve ed antighiaccio l'inverno. Con patente non vidimata e -quasi- scaduta. Cronicamente. Niente casco regolamentare, come richiede la condotta o conducenza dei motocicli a meno di quattro ruote e senza capote o rollerbarre. Cronicamente. Produzione di CO2 e slargamento del buco nell'ozono -LA' SOPRA!- da far invidia ai cinesi e agli americani, che sono SCA-ten-ATI! e che, in queste cose, non scherzano... Cronicamente. Ed altre iniquit Social-Stradali-Politico-Ecologiste-Moraliste-IslamicoJ uives e JuifIslamiques di grigio repertorio.

In questo modo, e grazie a questo, il Maresciallone CC o qualcuno dei suoi servastri sbirri in divisa nera a giberna bianca infliggevano una o due multe al giorno all'insano conduttore, non riuscendo a inchiappettarlo sui sui veritieri "crimini". (Successe cosi' pure all'Al Capone, il quale fini' in galera per non aver pagato delle tasse, MA mai acchiappato sulle sue storielle di italogangster anti-juifs ed anglo-puritani di cui fu schiavista sterminatore. 172 morti -almeno- concernono La Gang Al Capone, senza contare i feriti...: MA nessuna PROVA!)...

MA torniamo ai fatti nostri: Il quale "conduttore", intendo, tuttavia, passava poi regolarmente e quasi allegro e con finto(?) piacere a regolare le multazze, non appena ne riceveva l'avviso. E portava una bottiglia di Barbera in dono per l'usciere e il ricevitore penale delle Tasse Monopolio dello Stato Sali&Tabacchi, per scherno. E questo, per dimostrare!: dimostrava al popolo ed ai suoi conducators che i soldini non erano un gran problema per lui. Mistero mai risolto, poich si trattava d'un notorio nullafacente notorio... (Le Brigate Rosse? i Russi?...). CHI SA TACE.

E. La sera girava per le osterie, e nutriva di fandonie la dabbenaggine notoria delle pantegane che durante il giorno si sforzavano di fingere di lavorare al prolungamento della strada ferrata ferroviaria dei treni di Stato ed Internazionali, la quale -pur non andando indietro- neppure avanzava.

Stanchi dal far niente, ma ben alticci, i topastri lo ascoltavano meravigliati ed era proprio una bella vergogna. Ridendo e sorridendo, mostravano le loro orribili dentature guastate dai vizi e dall'assenza d'igiene, (dando il voltastomaco alle signore locali, amanti di birra, sedute a decine sui "tabourets" da night-club lungo il bancone, che si guardavano in faccia schifate e piene di scandalo dicendosi, rosse in volto come peperoni, nonostante i chili di cipria: "Ah, non c' pi religione!"...) Dei nullafacenti pantegani notori legati come deretano e mutanda a questo pervicace mentitore, in altri tempi venditore di fori senza buco.

(segue in PAVONE 2, qui sopra...)


  Stampa
Share
 


Scrivi un commento

* Autore
* Indirizzo e-mail
Sito web
Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti
Per verificare che sei un essere umano scegli : il limone

7
4
2
1
3
5
8
6
B U I url Smilies
Traduzione Sito
Translate to English Translate to French Translate to German Translate into Dutch Translate to Swedish Translate to Japanese
Translate in Polish Translate to Danish Translate to Czech Translate to Portuguese Translate to Spanish Translate to Turkish

Maximilian Capa - Favole Grottesche - La Cappuccetto rosso scomparsa 2016

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

Iscriviti
Cancella

  Iscritti : 0


New-CMS 2.9.6 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.0506 seconds
Contenuto del div.